Anticipi Serie A: Milan-Lazio, Cassano show

La prima partita della nuova stagione di Serie A è andata in archivio, Milan-Lazio è stato uno spettacolo soddisfacente in entrambi i tempi giocati e anche per il numero di gol visti. Il risultato non accontenta nessuno, il pareggio comunque è in definitiva il risultato più giusto per quanto visto in campo. Vediamo nel dettaglio cosa è stato interessante constatare nel primo anticipo della nuova stagione.

Prima di tutto il dubbio più grosso era la competitività della Lazio, che ha fatto grandi passi avanti in efficacia d’attacco e costruzione di gioco. Secondo elemento che tutti aspettavano era il rendimento di Cassano al fianco di Ibrahimovic, il barese non ha tradito le aspettative e si mette in pole position per una maglia da titolare senza alcun dubbio. Ultima considerazione è la utilità di Aquilani nello schieramento di Allegri. Il centrocampista della nazionale ha cercato di fare il possibile, pur non brillando ha mostrato il suo valore con qualche passaggio interessante, per vedere il miglior Aquilani però dovremo aspettare almeno una 10ina di partite, ammesso che torni a giocare titolare con frequenza dopo ieri sera.

La partita si è aperta con un assalto della Lazio, apparsa molto determinata, Cissè ha fatto il bello ed il cattivo tempo sull’esterno sinistro lasciando Abate spiazzatto, ad aprire la girandola dei gol è stato Klose che con uno stop a seguire, una finta su Nesta ed un tiro pressochè imparabile ha portato la sua squadra in vantaggio. Pochi minuti dopo raddoppia la dose Cissè, che mette in ginocchio i rossoneri. Solo un lampo di Cassano consente ad Ibrahimovic di riaccendere la speranza, infatti bastano altri 5 minuti per vedere il pareggio rossonero con lo stesso Cassano, che mette il punto esclamativo sulla sua prestazione. Alla fine c’è spazio anche per un palo del fantasista barese, però il risultato si ferma sul 2-2.