Serie a 2012: cadono Inter e Roma, Juventus a valanga

Arriva finalmente la tanto sospirata prima giornata di Serie A, o meglio la seconda visto che lo sciopero ha prolungato la nostra attesa di altri 10 giorni. Le sorprese non sono mancate, a sorprendere più di tutti sono state Roma e Inter, che non hanno saputo sfruttare il maggiore tasso tecnico per vincere e far bene già dal principio.

La Roma si lascia bloccare a Cagliari, contro una squadra agguerrita ma non certamente perfetta, i giallorossi sono stati vittima della scarsa compatibilità raggiunta dei giocatori nei vari ruoli della formazione e soprattutto dal poco affiatamento dell’organico, fattore con cui Enrique e la Roma in generale sapevano di dover fare i conti nell’immediato futuro.

Discorso diverso per l’Inter, che aggiunge alla lista delle cose da migliorare una difesa che fa acqua da tutte le parti, infatti i 3 difensori rimangono spaesati e poco uniti sotto i colpi di Miccoli e Hernandez, protagonisti del match. Elogio doveroso per Milito che è stato autore di una partita di sacrificio ma non è bastato il suo rendimento per mettere i primi 3 punti in bacheca.

Passiamo ora alla regina della settimana, la Juventus torna grande vincendo alla prima nel nuovo stadio, il Parma c’è la messa tutta per dare filo da torcere ma non c’è stato niente da fare. Tutti i reparti si sono dimostrati all’altezza anche se molto è ancora da fare, spiccano i goal dei centrocampisti che fanno le veci degli attaccanti. Dovessero segnare con continuità anche le punte difficile che ci sia molto spazio per sconfitte a ripetizione, però è ancora presto per fare previsioni così impegnative.