Olanda eliminata, Argentina in finale dopo i rigori

olanda-argentina-rigori

Una partita noiosa, lenta, senza emozioni che ha visto trionfare l’Argentina di Messi sull’Olanda di Robben: dopo il roboante 7 a 1 rifilato dalla Germania ai padroni di casa del Brasile, è ovvio che tutti si aspettassero una semifinale si con meno goal ma di certo non questo 0 a 0 striminzito dopo 120 minuti.

L’Olanda parte subito bene ma dopo 10 minuti si spegne, lasciando spazio alla squadra di Messi che cerca di creare gioco e occasioni: il catenaccio Orange durato tutta la partita regge rischiando solo in qualche rarissima occasione.

Si decide tutto ai rigori: l’Olanda ne sbaglia subito 2 sui primi 3, (bravo il portiere argentino ma pessimi i rigori tirati dagli avversari) spianando la strada all’Argentina verso la finale.
Il portiere dell’Olanda non ne azzecca una e l’unico tiro che riesce a toccare (un tiro quasi centrale) finisce in rete dopo avergli piegato le mani (posizionate malissimo).

Tutti si domandano perché Van Gall non abbia fatto entrare Krul, vero e proprio eroe dei quarti di finale.

Ora Messi affronterà i panzer tedeschi, mentre l’Olanda si giocherà il terzo posto con il Brasile: riuscirà la squadra di Scolari a non prendere altri 7 goal?