Inter, calciomercato fallimentare?

L’Inter non sa più che cosa fare, il calciomercato estivo è stato fino a questo momento insipido, pochi gli arrivi e le partenze potrebbero essere illustri. L’arrivo di Alvarez nelle prime amichevoli aveva fatto intravedere un certo ottimismo che poteva bastare per rianimare la squadra nerazzurra nel momento più difficile degli ultimi 3 anni.

La recente sconfitta in Supercoppa ha lasciato però il segno, Alvarez non ha convinto, le voci su Sneijder, Eto’o e Maicon hanno condizionato l’atmosfera nello spogliatoio nerazzurro, portando la squadra ad una fallimentare esperienza cinese, che invece ha premiato i cugini rossoneri. Questo insuccesso è il frutto di tutti gli sbagli commessi durante la sessione del mercato, ancora rimediabili ma che sono già costati un trofeo ai nerazzurri. Il primo su tutti è la mancata ricerca di una identità precisa di squadra, che vede Gasperini impegnato a difendersi dalle accuse di poca adattabilità e flessibilità della sua squadra, che in realtà dovrebbe prima trovare una identità vincente per poi lanciarsi in cambi parziali di modulo in funzione dell’avversario e della rosa di giocatori a disposizione.

Per fare ciò servono dei punti fermi che i nerazzurri non hanno, in porta c’è Julio Cesar inamovibile, in difesa già comincia a venire a galla la discussione tra i 3 oppure i 4 elementi. Il centrocampo di conseguenza è una serie di incognite e di esperimenti quasi mai definitivi. Infine l’attacco è vittima di una mancanza evidente sulla fascia sinistra, dove Alvarez, Obi e Pandev non hanno fatto una grande impressione. Meglio correre ai ripari prima di cadere in un pozzo senza fondo.