PSG e Malaga budget illimitati per gli acquisti

Sembrano essere Malaga e PSG i nuovi paperoni del calcio europeo, le due squadre durante l’estate hanno deciso di mettere mano al portafoglio ed acquistare giocatori di primo livello, senza dimenticare alcuni talenti in prospettiva. Il Real Madrid insegna che non sono i soldi a rendere una squadra vincente, ma se gli acquisti sono guidati da uomini mercato come Leonardo potrebbe sicuramente essere arrivata l’era del PSG.

In Spagna il Malaga si è concentrato sul mercato interno, con qualche capatina in sudamerica per avere nella rosa alcuni talenti che possano dare speranze per il futuro della squadra, nomi altisonanti non ne abbiamo visti fino a questo momento, anche se si è spesso parlato di Sneijder, Pastore e Higuain, tutti e 3 rimasti nei rispettivi club di appartenenza o virati altrove come nel caso dell’argentino del Palermo.

Proprio Pastore è divenuto il simbolo del PSG di Leonardo, che ha preso le redini del mercato ed ha consigliato diversi nomi che hanno sicuramente dato un salto di qualità non indifferente alla rosa che ha trovato inizialmente. Pastore è l’uomo faro a centrocampo, pagato oltre 40 milioni tocca a lui mostrare la vera forza del PSG, ad affiancarlo ci saranno nomi come Menez, tornato in patria dopo l’esperienza giallorossa, Sirigu, che lascia l’Italia dopo un periodo non fortunatissimo e Sissokho, liberatosi dalla Juventus dove non avrebbe giocato molto quest’anno.

Tanti milioni spesi per giocatori che portano già tante polemiche, staremo a vedere se i nuovi paperoni del calcio riusciranno la dove il Real Madrid ha miseramente fallito.